Virus uccide i lorichetti arcobaleno

Non siamo solamente noi umani a dovercela vedere con un virus che uccide. Nelle regioni orientali dell'Australia infatti un potente agente patogeno sta facendo strage delle popolazioni di lorichetto arcobaleno, in particolare della sottospecie Moluccanus. Sembra che gli effetti di tale contagio colpiscano improvvisamente i pappagalli addirittura durante le fasi di volo, provocandone la caduta al suolo. Se i pappagalli sopravvivono all'impatto l'impossibilità di riprendere il volo ne determina una lenta agonia per disidratazione e successiva morte.

Gli esperti, ed in particolare il professor Darryl Jones della Griffith University, ipotizzano che l'agente patogeno si sia trasmesso ai pappagalli attraverso la nutrizione con piante non autoctone, e che si trametta da esemplare ad esemplare a causa dell'abitudine dei lorichetti arcobaleno di vivere a stretto contatto.

Il maggior numero di contagi segnalati riguarda la città di Brisbane, ma numerose segnalazioni giungono pure sa Rockhampton, Melbourne e Sidney.

I volontari della Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals Queensland (RSPCA Qld) si prodigano nel tentativo di recuperare quanti più lorichetti possibile a terra, riuscendo in parecchi casi a salvare gli psittacidi. Fortunatamente tale virus non appare trasmissibile all'uomo, ed i volontari possono intervenire senza alcun rischio.