Pappagalli nel mondo

Triclaria malachitacea

Pappagallo ventre malachite

Visite: 1648
Triclaria malachitacea - Pappagallo ventre malachite
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenereTriclaria
SpecieTriclaria malachitacea
DistribuzioneSudamerica
Dimensioni28 cm circa
Età max40 anni circa
RumorositàAbbastanza
AffettuositàAbbastanza
Capacità parolaRaro
Alloggio minimoGabbia
CITESAppendice B
Caratteristiche

Pappagallo dalla taglia di 28 centimetri e dalla colorazione verde azzurra, caratterizzato da un evidente scudo addominale di un colore verde azzurro molto carico che ricorda appunto la tonalità della malachite. Il sottocoda pure ha tonalità azzurre. L'iride è scura, il becco arancione biancastro, zampe grigie. Il pappagallo ventre malachite abita le umide foreste costiere atlantiche del sud-est del Brasile, nelle vicinanze di San Paolo, senza mai spingersi oltre i 1000 metri di quota. La densità di popolazione di questo psittacide è comunque molto bassa ed è davvero difficile avvistarne esemplari.

Dimorfismo sessuale

Questa specie di pappagallo è caratterizzata da un evidente dimorfismo sessuale: il maschio presenta lo scudo addominale blu, la femmina ne è priva.

Ambiente naturale e distribuzione

Questo pappagallo abita sul Rio Grande, nelle foreste che ricoprono la costa atlantica nei dintorni di San Paolo del Brasile.

Riproduzione

La triclaria malachitacea nidifica generalmente nei tronchi delle palme morte ed il periodo riproduttivo è compreso tra settembre e gennaio. La coppia si isola ed è altamente territoriale durante la stagione riproduttiva.

Alimentazione

L'alimentazione di questo pappagallo è basata principalmente sui frutti dell'euterpe edulis, una grande ed elegante palma brasiliana che produce fruttini color porpora nerastro. A seconda dell'habitat in cui si trova il pappagallo ventre malachite può concentrare le proprie preferenze sulle piante delle famiglie Myrtaceae (Eugenia rostrifolia, Psidium, Myrciaria floribunda, Campomanesia xanthocarpa) ed Euphorbiaceae (Pachystroma longifolium, Sebastiana brasisliensis, Actinostemon concolor)) Si ciba anche di nettare, bacche, noci, germogli, semi, piccoli insetti e larve; pare che tenda a preferire gli agrumi quando si introduce nei frutteti.
Nell'allevamento in cattività questo pappagallo può essere nutrito con una miscela di semi per amazzoni, legumi cotti e germinati, riso, mais e sorgo bolliti, ed una buona varietà di verdure e frutta possibilimente poco succosa.

Photogallery

Pappagallo ventre malachite (Triclaria malachitacea)
Segnala foto