Pappagalli nel mondo

Psittacella madaraszi

Pappagallo tigre di Madarasz

Visite: 700
Psittacella madaraszi - Pappagallo tigre di Madarasz
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenerePsittacella
SpeciePsittacella madaraszi
DistribuzionePacifico
Dimensioni14 cm circa
Età max15 anni circa
RumorositàPoco
AffettuositàPoco
Capacità parolaRaro
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice B
Caratteristiche

Questo piccolo pappagallino, insieme allo psittacella modesta, è una delle due specie più piccole del proprio genere, misurando circa 14 centimetri di lunghezza. La testa è caratterizzata da un cappuccio marrone, e sulla fronte è presente una macchia blu. La tigratura è poco evidente, soprattutto nel maschio, ed è presente sul groppone. Il piumaggio verde tende a schiarirsi sull'addome tendendo al giallastro. Le ali verde oliva presentano il margine esterno scuro. Il becco è grigiastro, le zampe pure, l'iride arancione.
Lo psittacella madaraszi si suddivide in tre sottospecie:
P.m. madaraszi, la specie di riferimento;
P.m. huonensis, dalla corona giallognola;
P.m. hallstromi, dal piumaggio più scuro;
Il pappagallo tigre modesto vive nelle foreste montane della Nuova Guinea, fino a 2300-2400 metri di quota e la sua popolazione è attualmente stimata in circa cinquantamila esemplari. Psittacide non molto socievole e molto timido tende a vivere in coppia; è silenzioso e tende a rimanere appartato nel fitto fogliame dove si mimetizza con rara efficacia.

Dimorfismo sessuale

La femmina si differenzia abbastanza nettamente dal maschio per la colorazione della testa, verde anzichè bruna, ed una tigratura più scura ed accentuata dalla nuca fino al groppone.

Ambiente naturale e distribuzione

Questo pappagallino vive nelle foreste della Papua Nuova Guinea occidentale, fino a 2300 metri di quota circa.

Riproduzione

Le modalità riproduttive di questo pappagallo non sono note.

Alimentazione

La dieta naturale del pappagallino è rappresentata da semi di varie piante, frutti, germoglie e bacche. In particolare ama le foglie delle piante carnose. E' stato osservato spesso cibarsi di formiche.
In cattività questo pappagallino tigre può essere alimentato con miscela di semi per amazzoni, legumi cotti e germinati, pinoli e frutti di conifere, piccoli insetti (o pastoncino per insettivori). Fondamentale una buona macedonia di frutta e verdura carnosa.