Pappagalli nel mondo

Polytelis anthopeplus

Parrocchetto coda nera

Visite: 5066
Polytelis anthopeplus - Parrocchetto coda nera
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenerePolytelis
SpeciePolytelis anthopeplus
DistribuzionePacifico
Dimensioni40 cm circa
Età max30 anni circa
RumorositàPoco
AffettuositàMolto
Capacità parolaFrequente
Alloggio minimoGabbia
CITESAppendice B
Caratteristiche

Il polytelis anthopeplus, o parrocchetto coda nera, rispetto alle altre due specie del proprio genere appare di forme meno slanciate, della lunghezza di circa quaranta centimetri, con colorazione di base tra il verde oliva ed il giallo, caratteristiche macchie rosse sulle copritrici alari, groppone di un verde più scuro e la coda nera, da cui deriva il proprio nome comune. Guance, piccole copritrici e copritrici mediane tendono al giallo. Il becco è sul rosso scuro e le zampe grigio scuro. Esistono due sottospecie di questo pappagallo:
P.a. anthopeplus, specie di riferimento, localizzata nell'Australia sud-orientale;
P.a. westralis, che presenta parte del piumaggio giallo sostituito da un giallo-verde, localizzata nell'Australia sud-occidentale. La popolazione della specie orientale è andata assai vicino alla completa estinzione nella prima metà del ventesimo secolo a causa della distruzione del suo habitat e della caccia serrata. Fortunatamente è stata dichiarata specie protetta nel 1942 e da allora ha ripreso a popolare il proprio areale. La specie westralis invece è attualmente uno dei pappagalli più comuni e diffusi dell'Australia sud occidentale.
Il parrocchetto coda nera abita preferibilmente le savane boscose e le cosidette "mallee" australiane, che consistono in territori piuttosto aridi ricoperti da caratteristici cespugli. Vive in coppia, in piccoli gruppi di 10/20 individui, ma non è raro avvistare nutriti stormi di questi pappagalli, che tendono a volare mantenendosi a parecchia distanza dal suolo. Si tratta di uno psittacide socievole e ben disposto nei confronti degli esseri umani. Tollera piuttosto bene la convivenza con altre specie, specialmente se di taglia inferiore, come gli ondulati, purchè lo spazio a disposizione sia abbondante. Questo parrocchetto ha bisogno di molto spazio per muoversi e volare, e dunque di una voliera di almeno 3 metri di lunghezza (fermo restando la considerazione che la voliera più è grande meglio è). Allevato a mano diventa un eccellente uccello da compagnia ed è in grado di articolare parole in maniera soddisfacente. E' un volatile robusto, in grado di assuefarsi anche a climi rigidi, e una volta acclimatato può essere alloggiato esternamente anche in zone temperate, purchè si provveda per lui un riparo dal vento freddo invernale. La popolazione complessiva in natura di questo parrocchetto si aggira intorno ai 15.000 individui.

Dimorfismo sessuale

La femmina presenta parecchie differenze rispetto al maschio: le aree gialle sono rimpiazzate da un bel verde oliva ed il bordo delle penne timoniere esterne è di un colore rosato.

Ambiente naturale e distribuzione

Il parrocchetto coda nera si trova in due zone distinte del continente australiano: il P.a. anthopeplus abita le regioni nord-occidentali del Vittoria, nella parte meridionale del Nuovo Galles del Sud, mentre la specie westralis si trova nel sud dell'Australia occidentale al di sotto del 28° parallelo.

Riproduzione

Il polytelis anthopeplus in natura ama deporre le proprie uova dentro nidi profondi, molto soffici ed umidi, preferibilmente nel cavo di alberi morti in decomposizione, con il legno interno in fase di sgretolamento. Per questa ragione nell'allevamento in cattività può trovarsi a disagio nelle normali cassette di riproduzione per pappagalli e necessitare di nidi artificiali preparati appositamente per lui, riempiti con muschio e terriccio umido. Volendo utilizzare una classica cassetta si rendono necessarie dimensioni di 30cm in larghezza e lunghezza e 70cm in altezza: come tutti i polytelis, anche l'anthopeplus dimostra spiccata preferenza verso i nidi piuttosto profondi, ed il foro di entrata dovrà essere di almeno 8/10cm di diametro. Il periodo della riproduzione inizia verso agosto e finisce a gennaio, la femmina depone da quattro a sei uova che vengono covate per 26 giorni circa. I piccoli abbandonano il nido verso le sei settimane.

Alimentazione

Allo stato di natura questo pappagallo si nutre di verdure, semi, boccioli, fiori e piccoli insetti. Più precisamente è stato dimostrata la sua propensione per i semi di Dodonaea attenuata e viscosa, oltre a semi e frutti di Eucalyptus. Anche i semi di Acacia e le colture di grano sono molto apprezzate da questo simpatico pappagallo. Tra i frutti i suoi preferiti sono l'Exocarpus, il Ficus e l'Amyema. In cattività può essere agevolmente alimentato con la classica miscela di semi per parrocchetti, integrata da erbe, frutta, verdure varie, semi germogliati e pastoncino all'uovo, specialmente nel periodo freddo o della riproduzione.

Photogallery

Parrocchetti coda nera (Polytelis Anthopeplus)
Segnala foto
Coppia di parrocchetti coda nera (Polytelis Anthopeplus)
Segnala foto
Coppia di parrocchetti coda nera (polytelis anthopeplus)
Segnala foto
Coppia di parrocchetti coda nera (polytelis anthopeplus)
Segnala foto
Parrocchetti coda nera (polytelis anthopeplus)
Segnala foto