Pappagalli nel mondo

Poicephalus ruppellii

Pappagallo di Ruppel

Visite: 1893
Poicephalus ruppellii - Pappagallo di Ruppel
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenerePoicephalus
SpeciePoicephalus ruppellii
DistribuzioneAfroasiatica
Dimensioni22 cm circa
Età max20 anni circa
RumorositàPoco
AffettuositàPoco
Capacità parolaModerato
Alloggio minimoGabbia
CITESAppendice B
Caratteristiche

La colorazione generale di questo pappagallo di 22 cm di taglia è marrone-bruna. Tale colore risulta più scuro nella parte superiore del corpo, mentre sulla gola e ai lari del capo e del collo le piume hanno una bordatura grigio-argentea. Sulla spalla e sul margine dell'ala sono rinvenibili sfumature arancioni. Groppone, sopraccoda, addome inferiore e sottocoda sono bruno-nerastri con sfumature di azzurro. Le piccole copritrici sulla spalla, il sottoala ed il piumaggio delle tibie sono di tonalità giallo. Il becco è grigio-scuro, così come l'anello perioftalmico. L'iride si presenta rossa, le zampe sono grigio-scure. Si tratta di un pappagallo non molto comune.
E' piuttosto timido e si muove con circospezione, prediligendo rifugiarsi nelle alte chiome degli alberi, cosa che ne rende difficoltoso l'avvistamento. Vive in coppia o in piccoli gruppi. La popolazione localizzata nella Namibia conta all'incirca non più di diecimila esemplari, mentre sulla popolazione angolese non esistono rilevamenti attendibili.

Dimorfismo sessuale

Questo pappagallo presenta il dimorfismo sessuale invertito rispetto alla regola generale: è la femmina infatti a presentare le colorazioni più appariscenti. Mentre il maschio presenta soltanto deboli tracce di azzurro nel sopraccoda, basso addome e sottocoda la femmina presenta il piumaggio di queste zone di un azzurro intenso e brillante. Le dimensioni della femmina sono leggermente inferiori a quelle del maschio.

Ambiente naturale e distribuzione

Il ruppellii abita la Namibia del Nord e l'Angola, e la sua popolazione è molto ridotta a causa della distruzione del suo habitat

Riproduzione

Questo pappagallo si riproduce tra gennaio e febbraio, all'arrivo della stagione delle piogge. Nidifica nell'incavo dei tronchi d'albero, preferibilmente di acacia, e depone 3 o 4 uova, iniziando la cova solamente dopo la deposizione del secondo uovo. La cova dura circa un mese ed i piccoli lasciano il nido verso i tre mesi di vita.

Alimentazione

In natura il pappagallo di Ruppel si nutre di semi, ed è particolarmente ghiotto di quelli di acacia e di melone. Ama il nettare dei fiori, bacche, gemme, zone tenere della corteccia degli alberi, larve di insetti (lepidotteri e coleotteri), piccoli ragni ed emitteri. In particolare consuma molti semi di Terminalia prunoides e di Albizia, semi e foglie del Combretum imberba.
In cattività questo pappagallo va nutrito con miscela di semi per cenerini o per amazzoni, buona quantità di legumi cotti, pastoncino per insettivori, alimenti a base di nettare e polline e macedonia di frutta con particolare attenzione per i fichi.

Photogallery

pappagallo di Ruppel (Poicephalus ruppellii)
Segnala foto