Pappagalli nel mondo

Platycercus caledonicus

Rosella dal ventre giallo

Visite: 1952
Platycercus caledonicus - Rosella dal ventre giallo
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenerePlatycercus
SpeciePlatycercus caledonicus
DistribuzionePacifico
Dimensioni36 cm circa
Età max20 anni circa
RumorositàMinimo
AffettuositàNo
Capacità parolaRaro
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice B
Caratteristiche

Il platycercus caledonicus, o rosella dal ventre giallo, vive nel profondo sud dell'Australia ed è forse la specie meno appariscente tra quelle appartenenti al genere platycercus. La parte superiore, groppone e sopraccoda, è nera e verde oliva con il piumaggio screziato di giallo. La fronte è rossa, la testa gialla, le ali sono bordate di tinte azzurre che vanno dal blu cobalto al celeste pallido e tutta la parte inferiore del corpo, petto ed addome, di un giallo brillante. Le penne della coda centrali sono bronzee-verdastre, quelle laterali bluastre con sfumature di bianco. L'iride è scura, il becco color osso, le zampe grigie.
Questo pappagallo si adatta a vivere sia in zone aride come le savane pianeggianti, sia nelle zone più boscose di collina. La sua adattabilità ad ambienti diversi permette di osservarla talvolta in zone di montagna o nelle periferie dei centri urbani. Vive generalmente in gruppi dal numero piuttosto variabile, che parte dai 10/15 individui fino a formare stormi di centinaia di individui, che possono costituire un vero flagello per le piantagioni di granaglie o per i frutteti che questi uccelli incontrano nel loro peregrinare. In molti casi si unisce in stormi con la rosella comune diemenensis, anch'essa stanziale in Tasmania. La popolazione è costituita da circa cinquantamila esemplari. Nella vita in cattività occorre tenere presente che questo pappagallo ha tendenza all'obesità se ospitato in spazi troppo ristretti. La sua necessità di fare del movimento costante suggerisce l'opportunità di provvedergli una voliera di minimo quattro metri di lunghezza e due di altezza. E' importante evitare che un'eventuale separatore da altri spazi destinati ad uccelli siano costituiti da una semplice rete metallica, perchè ciò porterebbe le roselle ad amputare a beccate le zampe degli altri volatili.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale di questa specie è apprezzabile per le dimensioni inferiori nella femmina del cranio e del becco. Inoltre, mentre il maschio presenta la parte inferiore del corpo completamente gialla, la femmina mostra un giallo più opaco screziato di rosso/arancione.

Ambiente naturale e distribuzione

La rosella dal ventre giallo è originaria della Tasmania e delle isole dello stretto di Bass, in particolare dell'isola King.

Riproduzione

Il platycercus caledonicus si riproduce con facilità, come le altre roselle. Raggiunge la maturità sessuale intorno all'anno di età, è meglio attendere almeno ulteriori sei mesi prima di metterle a disposizione il nido, con dimensioni di 60x20cm, con un foro di una decina di centimetri di diametro. E' opportuno inserire sul fondo della cassetta una manciata di trucioli di legno. In natura nidifica e si riproduce durante l'estate australe, nei mesi di novembre e dicembre, deponendo da quattro ad otto uova nella cavità di un albero. La cova dura circa 23-24 giorni. I piccoli lasciano il nido verso le cinque settimane di vita. A differenza di altre roselle effettua soltanto una covata l'anno.

Alimentazione

Questo psittacide allo stato di natura si ciba di oltre sessanta diverse specie di vegetali e tre diversi tipi di insetti. Le sue maggiori preferenze vanno all'eucalipto, di cui ingerisce semi, fiori, frutti e foglie, l'Acacia dealbata e melanoxylon (fiori e semi) e la Bedfordia salicina di cui mangia le foglie. Spesso si nutre perfino di scarafaggi. Ama molto le more selvatiche. Nello stato di cattività va nutrita con miscele di semi adatte a pappagalli di media taglia, da integrare necessariamente con abbondanti macedonie di frutta e verdura.

Photogallery

Rosella dal ventre giallo (platycercus caledonicus)
Segnala foto
Rosella dal ventre giallo (platycercus caledonicus)
Segnala foto