Pappagalli nel mondo

Pionus senilis

Pappagallo corona bianca

Visite: 2207
Pionus senilis - Pappagallo corona bianca
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenerePionus
SpeciePionus senilis
DistribuzioneSudamerica
Dimensioni24 cm circa
Età max25 anni circa
RumorositàPoco
AffettuositàMolto
Capacità parolaModerato
Alloggio minimoGabbia
CITESAppendice B
Caratteristiche

Pappagallo del Centramerica, di 24 cm di taglia, è il più piccolo rappresentante del genere pionus. La colorazione di base è verde, ed il pappagallo è caratterizzato da un singolare piumaggio bianco candido sulla fronte, corona e gola, che all'osservatore umano trasmette l'impressione di trovarsi di fronte un "vecchietto" dai capelli bianchi, e di qui il nome scientifico "senilis". In generale il piumaggio verde presenta sfumature bluastre diffuse sul petto e sul collo e particolarmente accentuate sulle remiganti primarie. Sul dorso invece è presente una sfumatura marrone-dorata. Il becco è arancione pallido che sfuma nel grigio verso l'estremità. L'anello perioftalmico è rosa, l'iride è scura, le zampe sono rosa-grigiastro.
L'ambiente naturale del pappagallo corona bianca è la foresta primaria e la savana alberata fino ad un massimo di 1500 metri di altitudine. é un volatile molto gregario e vive in stormi di un centinaio di individui, specialmente in presenza di cibo abbondante. E' un pappagallo tranquillo e moderatamente silenzioso. Gli esemplari giovani sono molto docili e facilmente addomesticabili e, se opportunamente allevati, nonostante una certa naturale timidezza si trasformano in eccellenti pet da compagnia. Specialmente i maschi tendono a legarsi affettivamente ad una persona in particolare ed a manifestare protezione nei suoi riguardi al punto di diventare aggressivo nei confronti di terzi.
Il pionus senilis è piuttosto diffuso nel suo areale, specialmente in Costa Rica, e non è a rischio estinzione. E' un uccello piuttosto longevo se si rapporta l'età massima (25 anni circa) alla sua taglia contenuta. Pare che in cattività alcuni pionus senilis abbiano raggiunto addirittura i quaranta anni, ma la condizione indispensabile per salvaguardare la salute di questo pappagallo è che l'alimentazione venga scrupolosamente controllata.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale in questa specie non si manifesta.

Ambiente naturale e distribuzione

Il pionus senilis trova il proprio habitat nell'America centrale, a partire dalle regioni meridionali del Messico (Yucatan, Chiapas e Quintana Roo) per popolare Belize, Guatemala, Honduras, El Salvador, Nicaragua, Costa Rica e Panama.

Riproduzione

La riproduzione ha inizio verso aprile e la nidificazione avviene nella cavità di un albero, dove la femmina deposita solitamente tre uova che vengono covate per un periodo di circa 27 giorni. I piccoli abbandonano il nido verso i due mesi e mezzo di vita. La riproduzione in cattività non è purtroppo molto semplice: questa specie non tollera di essere disturbata dall'allevatore o dalla presenza umana nonchè di altri uccelli. Eventuali ispezioni del nido hanno come conseguenza l'abbandono del nido stesso e la distruzione delle uova.

Alimentazione

In natura il pionus senilis si nutre di semi, germogli, bacche, noci e frutta. E' noto per essere un saccheggiatore di piantagioni di mais e di frutteti. In cattività tende facilmente ad ingrassare, per cui bisogna dosare con molta attenzione i semi grassi e oleosi, da somministrare in quantità moderata e soltanto d'inverno. Con questa specie l'alimento ideale sono gli estrusi, a cui vanno affiancate sempre frutta e verdura fresche. In alternativa lo si può nutrire con miscela di semi per amazzoni, legumi cotti e germinati, alimenti basati su nettare e polline di fiori, macedonia di frutta (guaiave, fichi, papaya, mango) e di verdura (vegetali a foglia verde e legumi freschi ancora in baccello).