Pappagalli nel mondo

Nestor meridionalis

Kaka

Visite: 960
Nestor meridionalis - Kaka
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenereNestor
SpecieNestor meridionalis
DistribuzionePacifico
Dimensioni45 cm circa
Età max25 anni circa
RumorositàAbbastanza
AffettuositàPoco
Capacità parolaRaro
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice A
Caratteristiche

Il nestor meridionalis è conosciuto come kaka, è un volatile tipico della Nuova Zelanda, dalla taglia all'incirca di 45-46 centimetri e dalla colorazione generale marrone picchiettata e squamata di bruno scuro, a causa della bordatura quasi nerastra del piumaggio. La sommità del capo è molto chiara, quasi bianca, che sfuma nel bruno-marrone del dorso. Sulle guance e nella zona auricolare è presente una marcata tonalità giallo oro, mentre alla congiunzione tra collo e dorso si evidenzia una larga banda di piumaggio rosso ruggine molto intenso. Stessa tonalità ruggine-mattone è presente sull'addome, nel sottoala, sul groppone e sulle cosce. Le ali sono marroni, più scure sulle copritrici e più chiare, con sfumature tendenti al verdastro sulle remiganti primarie. La lingua del kaka è del tipo a spazzola (come quella dei lorichetti e del parrocchetto di Latham), cosa che gli permette di suggere il nettare dai fiori. Il becco è possente, molto lungo e ricurvo (parecchio più sviluppato rispetto al nestor notabilis), l'iride è scura, le zampe grigie.
Esistono due sottospecie di nestore meridionale:
N.m. meridionalis, la specie di riferimento, stanziale nell'isola del Sud;
N.m. septentrionalis, che vive, come indica il nome, nell'isola del Nord, dalle minori dimensioni, dalla colorazione generale più scura e con ridotta porzione di piumaggio biancastro sulla testa;
Esistevano fino al diciannovesimo secolo altre due sottospecie documentate (N. Productus e N. Norfolcensis), oggi purtroppo estinte.
Il nestor meridionalis vive nelle foreste di Nothofagus e Podocarpus della Nuova Zelanda fino ad un'altitudine massima in estate di 800/900 metri, in un areale sempre più ristretto dall'incessante avanzare degli insediamenti umani. E' un ottimo volatore ed eccezionale arrampicatore. La popolazione complessiva di questo pappagallo è inferiore ai 5000 esemplari ed in costante diminuzione. Oltre ai disturbi arrecati dalla presenza umana, fondamentale causa di riduzione della popolazione attuale attuali è stata l'introduzione di predatori eteroctoni in Nuova Zelanda, in particolare del tricosuro volpino, ma anche di ratti, ermellini e perfino vespe.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale nel pappagallo kaka lo si riscontra quasi esclusivamente a livello del becco, che nel maschio è notevolmente più lungo, robusto e curvo.

Ambiente naturale e distribuzione

Il nestor meridionalis trova il proprio habitat sulle zone montagnose della Nuova Zelanda, ma principalmente nell'isola del Sud (Eglington Valley, Paparoa National Park, monti Richmond e Nelson Lakes National Park) e nelle isole al largo della costa, in particolare nell'isola Stewart. In cattività è estremamente raro e soltanto pochissimi giardini zoologici ne detengono alcuni esemplari.

Riproduzione

La riproduzione del kaka si verifica tra settembre e marzo, nidificando nelle cavità arboree. Con il forte becco il kaka sbriciola il fondo della cavità che diventerà molto soffice ed accogliente. la femmina depone da 3 a 5 uova che vengono covate per circa 25 o 26 giorni. I pulli escono dal nido verso i due mesi e mezzo di vita e diventano completamente indipendenti dai genitori verso i 7 o al massimo 8 mesi.

Alimentazione

Questo nestore tende a nutrirsi di semi, frutta (Podocarpus), bacche, semi di Abete kauri e germogli. E' molto ghiotto di fiori, dei quali preleva il polline ed il nettare grazie alla sua lingua specializzata. La sua dieta prevede anche molte proteine animali che il pappagallo si procura mangiando piccoli insetti, invertebrati e larve. In particolare questo pappagallo dedica molto del suo tempo a scavare con il becco i tronchi del faggio australe (nothofagus) alla ricerca delle larve el coleottero Ochrocydus huttoni di cui è estremamente ghiotto e della cocciniglia Ultracoelostoma assimile, che insieme costituiscono un apporto alimentare importante nella sua dieta. Lo si è osservato anche suggere con avidità la linfa dei faggi, il nettare della bellissima infiorescenza rossa della Metrosideros umbellata e la linfa degli eucalipti e di altre Myrtaceae, che il pappagallo ricava scortecciando le piante.
Si comprende facilmente come non sia agevole nutrire correttamente questo psittacide allo stato captivo, tuttavia è possibile proporgli una miscela di semi per amazzoni, legumi cotti, pastoncino all'uovo, piccoli insetti come le camole della farina, una buona macedonia di frutta, verdura in foglie e possibilmente anche radici, bulbi e tuberi.

Photogallery

Pappagallo Kaka (Nestor merdidionalis)
Segnala foto
Coppia di pappagalli kaka (nestor meridionalis)
Segnala foto
Pappagallo kaka (nestor meridionalis)
Segnala foto