Pappagalli nel mondo

Neopsittacus musschenbroekii

Lorichetto di Musschenbroek

Visite: 1039
Neopsittacus musschenbroekii - Lorichetto di Musschenbroek
OrdinePsittaciformes
FamigliaLoridae
GenereNeopsittacus
SpecieNeopsittacus musschenbroekii
DistribuzionePacifico
Dimensioni24 cm circa
Età max20 anni circa
RumorositàPoco
AffettuositàNo
Capacità parolaRaro
Alloggio minimoGabbia
CITESAppendice B
Caratteristiche

Detto anche "lorichetto dal becco giallo" per la particolare tonalità giallo paglierino del becco, questo pappagallo della Nuova Guinea presenta una taglia di 24 centimetri ed una livrea verde. La sommità della testa è giallo-bruna, le guance verdi con sfumature gialle. Il sottogola è verde, il petto e l'addome rosso vivo, il sottocoda arancione scuro. Le ali sono verde oliva, la coda verde superiormente e gialla inferiormente. Il becco giallo, l'iride arancione, le zampe grigie.
N.m. musschebroekii, la specie di riferimento;
N.m. major, di dimensioni leggermente maggiori;
N.m. medius, ;
L'habitat naturale del lorichetto di Musschenbroek sono le foreste montane umide, tropicali e subtropicali della Papua Nuova Guinea, ad un'altitudine compresa tra i 1400 ed i 2800 metri. Questi uccelli sono stati avvistati molte volte nei pressi delle piantagioni di casuarine e boschi di eucalipti. Si tratta di un pappagallo molto schivo e timido, che non si avvicina all'uomo ed è pronto a fuggire velocemente e dileguarsi al minimo rumore o accenno di pericolo. E' uno psittacide poco conosciuto, ma la sua popolazione è stimata in circa 300.000 esemplari, in costante diminuzione a causa della deforestazione della Nuova Guinea. La sua grande timidezza non gli consente di sopportare la vita in cattività, ed è praticamente sconosciuto presso gli allevatori.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale in questa specie non è apprezzabile.

Ambiente naturale e distribuzione

L'areale di distribuzione di questo psittacide è la Papua Nuova Guinea.

Riproduzione

Questo pappagallo depone due uova nelle cavità degli alberi. I pulcini nascono dopo circa 24 giorni di cova.

Alimentazione

L'alimentazione di questo lorichetto è particolare. La robusta conformazione del becco indica che la sua dieta non è composta quasi solamente dal nettare e polline dei fiori come avviene per la maggior parte dei lorichetti, ma è anche granivora. In particolare è attratto dai fiori della Schefflera e dell'eucalipto. Pare sia molto goloso anche di larve di insetti, in particolare di quelle che si annidano sotto la corteccia degli alberi.
In cattività è opportuno fornirgli alimenti specifici per loridi a base di polline e nettare, riso bollito, semi e legumi germinati, frutta morbida e succosa. Anche le camole della farina possono essere un utile complemento alla sua alimentazione.