Pappagalli nel mondo

Lathamus discolor

Parrocchetto di Latham

Visite: 2749
Lathamus discolor - Parrocchetto di Latham
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenereLathamus
SpecieLathamus discolor
DistribuzionePacifico
Dimensioni25 cm circa
Età max20 anni circa
RumorositàPoco
AffettuositàPoco
Capacità parolaRaro
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice B
Caratteristiche

Il lathamus discolor è un bellissimo e variopinto parrocchetto originario dell'Australia sud-orientale. Lungo all'incirca 25 cm, la livrea si presenta di un verde acceso. Il piumaggio intorno al becco è rosso, la corona è blu. I bordi superiori delle ali sono rossi per poi sfumare nel blu. Il sottocoda è rosso e le penne della coda amaranto, l'occhio arancione. L'iride è gialla, il becco arancione pallido, le zampe grigio-rosate. Il discolor è l'unico rappresentante del genere "lathamus". Pur facendo parte della famiglia degli psittacidi ha molte abitudini in comune con i lorichetti, come quella di suggere il nettare dei fiori. A differenza dei loridi tuttavia il parrocchetto di Latham non introduce la lingua nella coppa del fiore, ma la usa per "catturare" le antere del fiore e spremerle contro il palato.
Nel 2000 lo studioso Brett Gartrell ha pubblicato uno studio molto particolareggiato su questo pappagallo: "Morphological Adaptations to Nectarivory of the Alimentary Tract of the Swift Parrot Lathamus discolor". Dal momento che il parrocchetto di Latham è allo stesso tempo nettarivoro e gravivoro, in tale lavoro Gartrell ha effettuato una comparazione con due psittacidi di caratteristiche simili che condividono lo stesso areale: la rosella (pappagallo granivoro) ed il parrocchetto muschiato (pappagallo nettarivoro). E' stato possibile così evidenziare gli adattamenti evolutivi del lathamus che mostra, rispetto alle roselle un apparato digestivo più dimensionato e lungo, per favorire la digestione di nettare ed insetti. Rispetto invece al parrocchetto muschiato il ventriglio si presenta più spesso e robusto, in grado quindi di consentire al volatile di passare da una dieta nettarivora ad una granivora senza particolari complicazioni.
Il Lathamus discolor Ama vivere tra gli alberi di eucalipto, dei cui fiori è ghiotto, solitamente in gruppi nutriti (spesso in associazione con il lorichetto muschiato) che possono diventare il flagello degli eventuali frutteti che incontrano sul loro cammino. La particolarità di questo uccello è quella di essere un pappagallo migratore: durante il periodo della riproduzione, tra gennaio e maggio, è stanziale nell'Australia sud-orientale, per poi spostarsi in Tasmania durante la stagione fredda, tra agosto e settembre. Estremamente veloce nel volo (tanto da meritare come secondo nome comune quello di "parrocchetto veloce") il lathamus discolor è allevato ed apprezzato in cattività per la bellezza del suo piumaggio, ma necessita di molto spazio, quindi è indispensabile alloggiarlo in una capiente voliera. Il numero di coppie riproduttrici in natura si attesta sulle 1300 per un numero complessivo di esemplari esistenti non superiore alle 5000 unità.

Dimorfismo sessuale

Non è presente un evidentissimo dimorfismo sessuale, a parte il fatto che i colori delle femmine sono decisamente meno accesi.

Ambiente naturale e distribuzione

Questo parrocchetto è stanziale nell'Australia sud-orientale per poi spostarsi durante la stagione fredda verso la Tasmania e lo stretto di Bass.

Riproduzione

Questo parrocchetto è un uccello dal carattere socievole ed accetta di buon grado di nidificare in colonia. Ogni coppia si procura la propria cavità negli alberi, preferibilmente di eucalipto, e sovente più coppie condividono lo stesso albero. La femmina depone da tre a sei uova bianchissime che vengono covate per venti giorni. I piccoli lasciano il nido circa sei settimane dopo la nascita. Il nido ideale per la riproduzione in cattività di questo pappagallo dovrebbe essere del tipo a cassetta verticale, di 25x25cm e 50 di altezza con foro di entrata di 5 o 6 centimetri. Sul fondo è possibile deporre un leggero strato di corteccia di faggio tritata.

Alimentazione

Il lathamus ama vivere nelle foreste australiane di eucalipto, è arboricolo e si nutre principalmente del polline e del nettare dei fiori dell'eucalipto. E' infatti dotato di una lingua a spazzola che lo predispone a questo tipo di dieta. Mangia comunque piccoli insetti, larve, bacche e semi. La sua alimentazione in natura varia a seconda della stagione: durante l'inverno staziona sul continente australiano e si nutre prevalentemente di fiori, semi e frutti di eucalipto, e della melassa prodotta dai pioppi. Per riprodursi il parrocchetto migra in Tasmania, dove si nutre essenzialmente del polline e del nettare dell' eucalyptus globulus e di insetti. In cattività la sua alimentazione di base, costituita da frutta matura, verdura e misto di semi per parrocchetti, va integrata con gli alimenti specificamente pensati per la dieta dei lorichetti. In linea generale la razione di nettare deve corrispondere all'incirca al 30% del suo peso corporeo. E' necessario fornire anche piccoli insetti come le camole della farina e possibilmente fiori freschi. Bisogna fare attenzione nel non esagerare con una dieta eccessivamente proteica, dato che l'alimentazione nettarivora tipica di questo pappagallo lo predispone a lesioni ai tubuli renali e quindi a maggiori concentrazioni di acidi urici nel sangue in caso di eccesso di proteine nella dieta. E' possibile infine offrirgli dei fiori che sono molto graditi: in particolare mirto, fiori di agrumi, ibisco, rosa canina, caprifoglio, acacia e dente di leone.

Photogallery

Parrocchetto veloce, o di Latham (Lathamus discolor)
Segnala foto
Parrocchetto di Latham (lathamus discolor)
Segnala foto