Pappagalli nel mondo

Chalcopsitta atra

Lori nero

Visite: 1289
Chalcopsitta atra - Lori nero
OrdinePsittaciformes
FamigliaLoridae
GenereChalcopsitta
SpecieChalcopsitta atra
DistribuzionePacifico
Dimensioni32 cm circa
Età max25 anni circa
RumorositàAbbastanza
AffettuositàMolto
Capacità parolaFrequente
Alloggio minimoGabbia
CITESAppendice B
Caratteristiche

Loride di 32 centimetri di taglia e dalla colorazione quasi monocolore, nera lucente con tonalità bluastre scuro e rosso cupo. Anche la pelle di questo pappagallo è nera. Sulla testa sono presenti sfumature rosate e sulle spalle sfumature rossastre appena percettibili. Il sottocoda si differenzia nettamente per la vistosa colorazione gialla con sfumature rosse. L'anello perioftalmico è grigio, l'iride arancione scuro, il becco nero. Il lori nero si suddivide in quattro sottospecie solo leggermente differenziate tra loro:
C.a. atra, la specie di riferimento;
C.a. bernsteini, dell'isola di Misool, nelle Molucche, con tonalità rossastre sparse distribuite sul piumaggio;
C.a. insignis, dell'isola di Amberpon, con maggiori sfumature rosse sul capo;
C.a. spectabilis, della penisola di Mamberiok, nel nord-ovest della Nuova Guinea;
Il chalcopsitta atra ama gli spazi abbastanza aperti e si mantiene ai margini delle foreste secondarie e nelle savane alberate, ma anche presso i boschi di eucalipto. I rari detentori di questa specie di lori lo definiscono uno dei migliori animali da compagnia esistenti, pur essendo piuttosto rumoroso. La popolazione complessiva di questo pappagallo si attesta intorno alle cinquantamila unità.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale non è evidente.

Ambiente naturale e distribuzione

Il chalcopsitta atra vive nella penisola di Vogelkop, nella zona occidentale della Nuova Guinea e nelle isole di Salawati, Misool e Batanta.

Riproduzione

Le informazioni sulla riproduzione di questo pappagallo provengono praticamente solo dall'allevamento in cattività. Il periodo riproduttivo inizia a gennaio, la femmina depone solo due uova bianche che cova per circa 25 giorni. Il periodo di permanenza dei piccoli nel nido è particolarmente lungo, protraendosi per almeno 75 giorni dalla schiusa delle uova.

Alimentazione

In natura il lori nero non è mai stato fatto oggetto di osservazioni sistematiche. Si sa per certo che ha una spiccata propensione versi i fiori ed i semi delle piante cespugliose del genere Schleffera.
In cattività bisogna fornirgli alimenti specifici a base di nettare e polline dei fiori, riso e pasta bolliti, cereali imbevuti, legumi bolliti e germinati, macedonia di frutta succosa e morbida e di vegetali a foglia verde carnosa.