Pappagalli nel mondo

Ara severa

Ara severa

Visite: 4452
Ara severa - Ara severa
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenereAra
SpecieAra severa
DistribuzioneSudamerica
Dimensioni46 cm circa
Età max50 anni circa
RumorositàAbbastanza
AffettuositàAbbastanza
Capacità parolaFrequente
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice B
Caratteristiche

Si tratta del più piccolo pappagallo del genere ara, con una taglia compresa tra i 42 ed i 48 centimetri, dalle forme agili: la testa ed il becco sono infatti meno massicci rispetto alle ara più grandi. La colorazione di base è il verde, la fronte è marroncina sopra l'attaccatura del becco, la sommità del capo presenta sfumature blu, la maschera facciale è nuda con la pelle bianca screziata di nero. Il dorso e le copritrici delle ali sono verdi, le remiganti blu, le spalle rosse, il sottocoda è rosso, il sottoala rosso scuro. Le timoniere sono verdi-azzurre all'inizio, presentano una banda rossa centrale per terminare nuovamente verdi-azzurre. Il becco è nero lucido, l'anello perioftalmico è bianco, le zampe grigio scure. L'ara severa si suddivide in due sottospecie:
A.s. severa, la specie di riferimento;
A.s. castaneifrons, dalle dimensioni maggiori e la fronte con la colorazione marrone più estesa;
L'ara severa, dato l'esteso areale di appartenenza, la si può ritrovare in ambienti piuttosto eterogenei: foresta tropicale, savana alberata, foreste di palme, solitamente vicino a fonti di acqua, senza spingersi normalmente oltre i 1400-1500 metri di quota. Vive prevalentemente in coppia, anche se in presenza di buone quantità di cibo tende a riunirsi in gruppi di 10 o 20 esemplari. Spesso i gruppi si riuniscono di notte sugli alberi dormitorio al di fuori del periodo riproduttivo, mentre di giorno ogni coppia tende a vivere per conto proprio.
L'ara severa è un pappagallo socievole e facilmente confidente con l'uomo. E' sempre in movimento, impegnata ad arrampicarsi, giocare e sgranocchiare rami freschi di alberi, per questa ragione è molto importante che, in cattività, abbia a disposizione spazi ampi dove poter vivere. La capacità di imitare la voce umana è discreta. Non è un pappagallo molto rumoroso, anche se occasionalmente può emettere richiami assai potenti.
Questa ara è ancora parecchio diffusa nel proprio areale, probabilmente a causa del fatto che, essendo meno variopinta ed appariscente, non è mai stata eccessivamente considerata come specie di cattura.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale non è presente nell'ara severa.

Ambiente naturale e distribuzione

Questo pappagallo trova il proprio areale nella parte sud dell'America centrale fino a comprendere praticamente tutto il bacino del Rio delle Amazzoni, quindi Panama, Colombia, Venezuela, Guyana e Brasile fino a comprendere il Mato Grosso.

Riproduzione

La riproduzione di questo pappagallo avviene in periodi variabili a seconda della zona. Questa ara nidifica nelle cavità delle palme con deposizione di 2 o 3 uova che vengono covate per 24-25 giorni. I piccoli abbandonano il nido verso le 8 settimane e si rendono indipendenti dopo altri 30 giorni circa.

Alimentazione

In natura l'ara severa ha una dieta prevalentemente frugivora. E' un uccello molto ghiotto di manghi, di fichi selvatici, dei frutti delle molteplici specie di palme disponibili nel suo areale, dei frutti del cedro cubano e dell'albero del latte. Si nutre anche di semi vari (Cedrela odorata, Sapium aereum), mais, grano, e di fiori. In particolare apprezza la polpa dei frutti della Hyeronima, dell'Euterpe, del Ficus e dell'Inga.
In cattività si può fornire a questo pappagalli miscela di semi per ara, legumi cotti e germinati, frutta secca, frutta delle palme, anacardi, macedonia di frutta energetica e vegetali a foglia verde.