Pappagalli nel mondo

Aprosmictus jonquillaceus

Parrocchetto giunchiglia

Visite: 1292
Aprosmictus jonquillaceus - Parrocchetto giunchiglia
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenereAprosmictus
SpecieAprosmictus jonquillaceus
DistribuzionePacifico
Dimensioni25 cm circa
Età max25 anni circa
RumorositàAbbastanza
AffettuositàAbbastanza
Capacità parolaModerato
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice B
Caratteristiche

Originario dell'isola di Timor, questo bellissimo pappagallo è molto affine al suo congenere erythropterus, rispetto al quale presenta una colorazione meno brillante ed appariscente. La taglia è di circa 34 cm, la colorazione base è verde acceso e il piumaggio rosso è limitato al bordo esterno dell'ala. Sul dorso è presente una sfumatura azzurra abbastanza estesa. La tinta verde sulle spalle prende una tonalità decisamente oliva. Le timoniere sono tendenti al giallastro, e tinte gialli molto sfumate sono presenti pure sull'addome e sui fianchi. Il becco è arancione carico, l'iride arancione, le zampe grigie.
Il parrocchetto giunchiglia è suddiviso in due sottospecie, difficilmente distinguibili tra loro se non per il diverso areale di appartenenza:
A.j. jonquillaceus, la specie di riferimento;
A.j. watterensis, dell'isola di Wetar, posta a nord di Timor;
L'habitat naturale di questo pappagallo è rappresentato dalle foreste e boschi di acacia fino a 2500 metri di altitudine. E' uo psittacide molto attivo che necessita di grandi spazi per poter condurre un'esistenza soddifacente, richiedendo, nella detenzione in cattività, di ampie voliere. La popolazione attuale di questo parrocchetto non è superiore ai diecimila individui, che ancora oggigiorno sono purtroppo oggetto di cattura.

Dimorfismo sessuale

La femmina presenta la colorazione rossa sul bordo dell'ala molto mano estesa rispetto a quella del maschio. La sfumatura azzurra sul dorso inoltre è assente.

Ambiente naturale e distribuzione

Il parrocchetto giunchiglia popola le isole di Timor, Wetar e Roti, in Indonesia.

Riproduzione

La riproduzione avviene durante l'estate australe, con nidificazione all'interno di cavità naturali degli alberi. La femmina depone da 4 a 6 uova e la cova dura 23 giorni. I pulli lasciano il nido verso le 5 settimane di vita ed i genitori li curano e seguono per diversi mesi ancora.

Alimentazione

Le abitudini arboricole di questo pappagallo determinano una dieta basata su frutta, noci, bacche, semi di acacia, di dodonaea e di eucalipto, frutti della Wilga (Geijera parviflora) oltre a larve ed insetti (piccoli coleotteri). In cattività è possibile alimentarlo con una buona miscela di semi per calopsite, legumi cotti e germinati, fiori e frutti di eucalipto, ghiande e castagne, piccoli insetti (o poco pastoncino per insettivori) pellettati di qualità, verdure fresche, frutta matura in abbondanza, bacche rosacee e frutta secca.