Pappagalli nel mondo

Aprosmictus erythropterus

Parrocchetto ali rosse

Visite: 2116
Aprosmictus erythropterus - Parrocchetto ali rosse
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenereAprosmictus
SpecieAprosmictus erythropterus
DistribuzionePacifico
Dimensioni32 cm circa
Età max25 anni circa
RumorositàAbbastanza
AffettuositàAbbastanza
Capacità parolaModerato
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice B
Caratteristiche

Magnifico pappagallo australiano dalla taglia fra i 30 ed i 33 cm circa. La colorazione generale è verde brillante, con sfumature quasi fluorescenti, più chiara sulle parti inferiori, il dorso è nero, le copritrici alari sono rosse, remiganti sfumate di nero, il groppone blu. Il becco è arancione carico, quasi rosso, l'iride arancione, le zampe grigie. Questa specie si suddivide in tre sottospecie ulteriori:
A.e. erythropterus, la specie di riferimento;
A.e. coccineopterus, di dimensioni più contenute e con marcata sfumatura blu sulla testa;
A.e. papua, della Nuova Guinea;
L'aprosmictus erythropterus abita un vasto areale costituito dal continente australianno e la Nuova Guinea, e si adatta a vivere in ambienti piuttosto disparati: boschi di eucalipto, savane aride ed alberate, foreste di acacia, ma anche foreste costiere di mangrovie. E' un uccello dalle abitudini prevalentemente arboricole, e scende dai rami degli alberi solamente per bere o se non trova su di essi sufficiente nutrimento. Il carattere di questo psittacide è abbastanza socievole e vive pertanto in piccoli gruppi di 10 o 20 individui, tuttavia al momento dell'accoppiamento il maschio diventa molto nervoso ed aggressivo, tanto da fargli meritare il nome scientifico di "aprosmictus", che in greco significa "non socievole". In cattività quest'uccello necessita di molto spazio, data la sua iperattività ed è raccomandabile detenerlo in voliere dalla lunghezza non inferiore ai cinque metri. Questo pappagallo va soggetto alla verminosi, quindi sarebbe bene evitargli il contatto diretto con il terreno, oppure, nel caso in cui la voliera poggi su cemento o piastrellato, provvedere ad una scrupolosa pulizia del pavimento. Il parrocchetto ali rosse non corre per ora rischio di estinzione, data la sua popolazione stimata in oltre centomila individui ed un vasto areale a disposizione.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale è abbastanza marcato: la femmina ha l'iride scura anzichè arancione e la percentuale di piumaggio rosso sulle ali è molto ridotta rispetto al maschio.

Ambiente naturale e distribuzione

L'habitat di questo pappagallo è costituito dalla parte settentrionale della Papua Nuova Guinea e dalle parti centro-settentrionali del continente australiano.

Riproduzione

Il periodo riproduttivo di questo pappagallo si colloca durante l'estate australe, da dicembre a febbraio. La femmina depone da 4 a 6 uova nelle cavità degli eucalipti che vengono covate per 20-22 giorni. I pulli si involano intorno alle 5 settimane ma rimangono a lungo vicino ai genitori per essere da loro svezzati, istruiti e protetti. In cattività è opportuno fornirgli un nido a cassetta verticale molto profondo (60-70cm) con 30cm di lato per la base quadrata, con foro di almeno 8cm di diametro. Utile inserire un fondo di trucioli di legno e dei pioli o una scaletta per facilitare l'ingresso dell'adulto nel nido senza che vengano schiacciate le uova

Alimentazione

Il parrocchetto ali rosse, data la sua esistenza arboricola, si nutre di frutta, noci, bacche e semi vari, soprattutto di acacia ed eucalipto, oltre a larve ed insetti (coleotteri). Mostra anche predilezione per i semi della Dodonaea viscosa e dell'Amyema preissii, per i baccelli di Crotalaria, per le gialle bacche di Loranthus, per i fruttini della Wilga (Geijera parviflora) In cattività necessita di buone miscele di semi per calopsite, legumi cotti e germinati, fiori e frutti di Eucalyptus, spighe di panico, alimenti a base di polline e nettare, estrusi di qualità, verdure fresche e frutta in abbondanza. Apprezza anche la frutta secca, in particolare ghiande e castagne.

Photogallery

Parrocchetto ali rosse (Aprosmictus erythropterus)
Segnala foto