Pappagalli nel mondo

Alisterus scapularis

Parrocchetto reale australiano

Visite: 6142
Alisterus scapularis - Parrocchetto reale australiano
OrdinePsittaciformes
FamigliaPsittacidae
GenereAlisterus
SpecieAlisterus scapularis
DistribuzionePacifico
Dimensioni42 cm circa
Età max25 anni circa
RumorositàPoco
AffettuositàAbbastanza
Capacità parolaRaro
Alloggio minimoVoliera
CITESAppendice B
Caratteristiche

Splendido parrocchetto australiano di taglia medio-grande, caratterizzato da un piumaggio di colorazione base rosso vivo che interessa testa, collo, petto ed addome. Splendido il contrasto con le ali verdi con sfumature azzurre picchiettate sul bordo superiore da una striscia di piume bianchiccie. Il groppone è blu. Le larghissime timoniere sono di un verde-azzurro molto scuro. Esistono due sottospecie di questo pappagallo:
- A.s. scapularis, la specie di riferimento;
- A.s. minor, localizzato nel Queensland, di dimensioni generali più contenute;
L'ambiente prediletto di questo psittacide sono i boschi di eucalipto, albero da cui trae riparo e nutrimento. Ama vivere in prossimità di fonti d'acqua e non si spinge mai ad un'altitudine superiore ai 1500 metri. Tende a vivere in coppia oppure in gruppi di massimo 30 o 40 esemplari, che non è impossibile avvistare nelle periferie delle città e nei parchi cittadini. L'alisterus scapularis ha un carattere mite e docile, il richiamo che emette è una sorta di fischio attenuato, non fastidioso. Il suo carattere timido lo rende costantemente timoroso nei contatti con l'uomo, dal quale non ama farsi toccare, pur manifestando affetto verso chi lo accudisce. Non sono noti casi di imitazione della voce umana. La popolazione attuale di questo pappagallo, pur essendosi ridotta negli ultimi decenni a causa della deforestazione, è stimata in circa cinquantamila individui. In cattività non è molto diffuso, soprattutto perchè in tali condizioni è difficilissimo farlo riprodurre.

Dimorfismo sessuale

Il dimorfismo sessuale è spiccatissimo: mentre il maschio presenta colorazione base rossa, la femmina è verde dalla testa fino al petto, per poi sfumare al rosso nella zona addominale e sulle cosce. Il maschi ha la mascella arancione e la mandibola nera, mentre la femmina ha il becco interamente nero.

Ambiente naturale e distribuzione

L'habitat di questo pappagallo sono le foreste costiere dell'Australia sud-orientale, dal Queensland al Vittoria.

Riproduzione

La riproduzione ha luogo da settembre a febbraio/marzo. La nidificazione avviene dentro le cavità degli alberi dove la femmina depone 4 o 5 uova che vengono covate per una ventina di giorni. I piccoli abbandonano il nido a circa un mese e mezzo di vita.

Alimentazione

In natura l'alimentazione di questo parrocchetto è basata principalmente sui semi di eucalipto e di acacia di cui è molto ghiotto, oltre a fiori, bacche, germogli e frutta matura. I pappagalli del genere alisterus non sono dotati di un becco voluminoso e robusto, ragion per cui rivolgono la loro attenzione a semi di non grandi dimensioni e durezza. In particolare l'Angophora, una pianta da fiore della famiglia dei mirti è molto apprezzata, i semi della Bologhia, della Wilga (Geijera parviflora), i succosi grappoli della Phytolacca. Le coltivazioni di mais e di sorgo sono molto ricercate, così come le rosse bacche dell'agazzino e del cotognastro. Questo parrocchetto non disdegna nemmeno piccole ghiande di quercia.
In cattività lo si può nutrire con un buon misto di semi per calopsite, varietà di legumi cotto o germinati, riso bollito, piccole ghiande e castagne, fiori e frutti dell'eucalipto, macedonia di frutta e verdura, piccoli insetti ed integratori vitaminici a base di nettare di fiori.

Photogallery

Parrocchetto reale australiano (Alisterus scapularis)
Segnala foto
Coppia Parrocchetto Reale Australiano (Alisterus scapularis)
Segnala foto
Parrocchetto Reale Australiano (Alisterus scapularis)
Segnala foto
Parrocchetto Reale Australiano (Alisterus Scapularis
Segnala foto
Parrocchetto Reale Australiano  (Alisterus scapularis)
Segnala foto
Parrocchetto reale australiano (alisterus scapularis)
Segnala foto